Fondazione Accorsi - Ometto Torino

Domenica 19 novembre, ore 10.30

CONVERSAZIONI D’ARTE
Scandalose visioni: la malìa del corpo esibito e le reazioni del perbenismo borghese ai Salons parigini e alla Biennale di Venezia
Incontro in sala conferenze e visita tematica a cura di Anna Maria Cavanna, storica dell’arte

L’esibizione della nudità femminile fine a se stessa e non inserita in una scena dal soggetto mitologico o letterario che potesse giustificarla creò scandalo e riprovazione in occasione delle manifestazioni artistiche ufficiali: si pensi alle reazioni sdegnate del pubblico parigino di fronte all’Olympia di Manet oppure ai pastelli di Degas esposti nel 1886, in cui il nudo femminile è inserito in un prosaico contesto quotidiano.
Alla Biennale veneziana nel 1895 fu invece Giacomo Grosso a suscitare indignazione con il suo Supremo convegno, opera che gli procurò l’interdetto da parte del Patriarca di Venezia, il futuro Papa Pio X.

COSTO: intero € 18,00; ridotto € 16,00* | Con Abbonamento Musei: € 6,00
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 011 837 688 int. 3