Fondazione Accorsi - Ometto Torino

« Torna indietro

Manifattura torinese, piccolo collare e spilla dell’Ordine supremo della Santissima Annunziata, 1869
Argento sbalzato, cesellato, dorato e smaltato

Creato a metà del Trecento da Amedeo di Savoia, detto il Conte Verde, l’Ordine del Collare divenne nel 1517 l’Ordine della Santissima Annunziata, in seguito alla decisione di Carlo II di Savoia di aggiungervi un pendente circolare con l’immagine dell’Annunciazione. Inizialmente erano quindici i nobili, beneficiari del titolo di cavaliere, cui era riservato il collare. A inizio XVI secolo il numerò salì a venti e successivamente a ventidue.
I motivi del conferimento potevano essere i più vari, dai successi militari agli atti civili particolarmente importanti.

Esistevano due tipi di collare: il grande, riservato alle cerimonie pubbliche, che andava restituito a casa Savoia una volta morto il cavaliere; il piccolo, riservato alle udienze private e di proprietà del beneficiario. 
A quest’ultimo appartiene l’esemplare del Museo Accorsi-Ometto che appartenne a Luigi Cibrario, vicepresidente del Senato del regno, ministro di stato, insignito del titolo di cavaliere da Vittorio Emanuele II nel 1869.